Fotografia Industriale

IL BETTOLINO


CLIENTE: Ristorante Il Bettolino – Santa Marinella (RM)
ATTREZZATURA: Canon EOS 1D Mark IV | EF 16-35 II L | EF 24-105 IS L | EF 70-200 USM IS L | Flash Bowens 500w | Octabox 180X90 | Griglia a nido d’ape 5” | Pannello diffusore 90X150 | sistema trigger yougnuo | Speedlight Canon 580EXII | Speedlight Yougnuo 560 III | gelatine colorate


Il Bettolino è un graziosissimo ristorante sito nel centro storico di Santa Marinella, a pochi passi dalla spiaggia. Negli anni questo ristorante è cresciuto molto grazie alla qualità e all’unicità del suo servizio, infatti oggi è una tappa fissa per turisti e clienti affezionati che vogliono trascorrere una serata all’insegna del buon cibo e della tradizione.
Ho realizzato questo servizio fotografico trovando una chiave unica che racconta l’importanza della tradizione e la regalità dei piatti, il vanto di questo locale.
Gli scatti del ristorante sono stati realizzati usando la luce naturale e le ombre nette della mattina, senza filtri. Cercavo la tradizione nelle mie fotografie, quindi dovevo trovare dei contrasti. Le inquadrature le ho composte con l’intento di evidenziare tutte la profondità del locale, poichè non è molto grande. Infatti molte foto sono state scattate dal basso per far sembrare tutto più grande.


Per le fotografie delle pietanze mi sono avvalso di due schemi di luce. Infatti per alcuni piatti ho usato uno schema rembrandt per ricreare la luce naturale di una finestra, usando un solo flash con beauty dish da 40”. Ho usato inoltre una pianta da interno posta davanti la luce per creare ombre definite sul set.
Per altri piatti ho utilizzato invece uno schema di due luci. La luce principale con una griglia da 5”, in cui ho usato un pannello diffusore frontale al flash per avere una luce ancora più morbida e diffusa, con ombre appena accennate. La seconda luce di schiarita invece mi è servita per riempire le ombre troppo chiuse, efficace per la leggibilità delle caratteristiche dei piatti. Tutto ciò per dare dinamismo al set ed evitare un’unica inquadratura e un’unica luce per tutte le pietanze fotografate.


 

Guarda altri lavori


.