Street Photography

WHITECHAPEL


TIPOLOGIA: Progetto personale
ATTREZZATURA:Canon EOS 1D Mark IV | EF 16-35 II L | EF 24-105 IS L


Nell’autunno 1888, a Londra, nel quartiere di Whitechapel furono rinvenuti in successione i corpi senza vita di 5 prostitute, sgozzate quasi fino alla decapitazione, con i genitali asportati e le interiora legate intorno al collo. Il colpevole non venne mai trovato anche se alcune leggende metropolitane contestano questa versione, vedendo addirittura l’assassino lobotomizzato in un manicomio criminale.
Tuttavia, in alcune lettere arrivate a Scotland Yard, durante la carneficina, l’autore che si assumeva anonimamente la paternità degli omicidi si firmò “Jack the ripper”, ovvero Jack lo squartatore.
Ho realizzato questo breve progetto di street photography utilizzando quasi unicamente un obbiettivo grandandolare. In questi scatti racconto Whitechapel, il quartiere di Jack lo squartatore, oggi un quartiere a maggioranza musulmana che nel corso dei 129 anni dall’ultima uccisione, è stato spettatore di molteplici cambiamenti politici e religiosi.
Oggi è un bellissimo quartiere, colmo di attività commerciali, di eventi musicali e mercatini vintage. La street art fa da padrona, ma per gli amanti delle storie horror come me, rimarrà sempre il quartiere dei vicoli oscuri, sarà sempre casa di Jack.



 

Guarda altri lavori